Come scrivere un offerta di lavoro

Deeplaude - A smart way to find talent

Come scrivere un offerta di lavoro

Quando si sta ricercando del personale è fondamentale sapere quali sono le regole base per scrivere un annuncio di lavoro efficace.

In questo articolo, analizzeremo quindi quali sono i fattori da tenere in considerazione durante la redazione dell’offerta di lavoro.

Un annuncio va usato per cercare, appunto, aiuto o nuovi impiegati. In genere viene posto nelle sezioni “annunci” di giornali e pubblicazioni, o su siti internet specializzati. Dato che questo tipo di annuncio è spesso circondato da migliaia di altri, è importante stilare il proprio in modo che riesca ad attirare lettori e incitare chi è qualificato a contattarci per tentare di ottenere il lavoro. Un annuncio del genere dovrebbe includere determinate caratteristiche che spiegheremo in questa guida.

Prima di scrivere un annuncio di lavoro è sempre opportuno eseguire un’analisi dettagliata della posizione per la quale si stanno cercando candidati. Le informazioni che se ne ricaveranno ci aiuteranno a scrivere un offerta di lavoro in grado di attirare soltanto quelle persone le cui caratteristiche corrispondono alle esigenze dell’azienda. Il segreto per evitare di perdere troppo tempo intervistando persone che non hanno i requisiti richiesti è proprio quello di redigere un buon annuncio di lavoro che sia in grado di attirare soltanto i candidati che stiamo cercando e di scoraggiare tutti gli altri. 

Ecco perché quando si scrive un’offerta di lavoro è bene pensare alle caratteristiche principali che i nostri candidati devono possedere per superare la selezione. Una strategia efficace, ad esempio, è quella di fare una lista dei 4 o 5 requisiti che riteniamo indispensabili e inserirli nell’annuncio, comprese alcune caratteristiche interpersonali che ben si adattano al ruolo che il futuro candidato dovrà ricoprire. È buona norma, inoltre, concentrarsi su ciò che rende la nostra offerta di lavoro speciale e diversa da tutte le altre in modo da suscitare interesse in chi cerca lavoro.

Per redigere un’offerta di lavoro bisogna innanzitutto conoscere le regole. O meglio, le leggi dello Stato italiano che impongono una particolare attenzione nell’attività.

Secondo la legge italiana le offerte di lavoro devono essere fruibili per tutte le persone, a prescindere dall’età anagrafica, dal sesso e dall’orientamento religioso e sessuale (Decreto Legislativo del 9 luglio 2003, n. 216 e Decreto Legislativo dell’11 aprile 2006, n. 198). Quindi, i tuoi annunci non devono contenere riferimenti all’età dei candidati (esempio: “massimo 40 anni” o “giovani”), così come riferimenti al sesso degli stessi, alla razza o alla religione.

Detto questo, bisogna prestare particolare attenzione al linguaggio che si utilizza, tenendo conto di cosa cerca il destinatario dell’annuncio. È inutile utilizzare un linguaggio diverso da quello che usa chi cerca lavoro, ma occorre mettersi nei panni del candidato e chiedersi se quanto scritto è chiaro e positivo o se lo stesso candidato si riconosce nella posizione richiesta.

Occorre quindi utilizzare dei “trucchetti” in modo efficace, come mettere le parole più rilevanti all’inizio della posizione ed evitare banalità ad inizio frase come “Assumiamo…”, dato che è ovvio che si sta offrendo un lavoro.

La struttura della parte descrittiva della tua offerta può ricalcare uno schema prefissato.

In generale deve essere chiaro cosa stai cercando e chi sei in modo di convincere il candidato a presentare il proprio curriculum. Bastano una cinquantina di parole per mettere subito in chiaro la posizione, il tipo di inserimento e qualche dettaglio in più. Fai capire al candidato le caratteristiche salienti di quanto offri.

Devi affermare con assoluta sicurezza quali saranno le mansioni e le responsabilità che verranno date alla persona che occuperà la posizione.

Chi legge l’offerta deve comprendere perfettamente quanto questa posizione rientra nei piani aziendali, ciò renderà i possibili candidati più inclini a effettuare la candidatura qualificando il tuo annuncio.

Spiega inoltre al candidato quale sarà la sua sede di lavoro.

Oltre al riferimento geografico specifica qualche altro vantaggio come se si trova in centro città, se è ben collegata ai mezzi pubblici o se è ben servita in termini di ristorazione. Sono caratteristiche che possono convincere un numero maggiore di persone!

Identifica poi quali sono le capacità/caratteristiche che dovrà avere chi occuperà la posizione e che costituiranno un vantaggio per il candidato.

A seconda del tipo di posizione che stai cercando di coprire puoi attuare due strategie:

  • puoi indicare caratteristiche necessarie molto specifiche, restringendo quindi il numero di curriculum che riceverai
  • puoi essere più lasco e meno specifico per ottenere un numero di candidature più elevato.

Se puoi specifica innanzitutto il salario, utilizzando preferibilmente il parametro retribuzione annuale lorda. Tieni comunque conto che le persone ricercano spesso qualcosa che va aldilà del denaro: ci sono benefit a cui è difficile dare un valore economico ma che rappresentano un grande vantaggio come:

  • L’orario di lavoro flessibile
  • La presenza di convenzioni con strutture sanitarie
  • Le assicurazioni sanitarie
  • Il telefono aziendale
  • L’asilo aziendale
  • La mensa o i ticket

Insomma, il contenuto di un annuncio di lavoro non è assolutamente un elemento da sottovalutare ed è molto importante per migliorare la qualità delle candidature che si ricevono oltre che la loro quantità. 

Personalizza il tuo annuncio, usando magari il “tu”, dando al lettore l’impressione che tu stia parlando a lui personalmente. Evita di utilizzare un tono troppo formale nel tuo annuncio. Ciò che ti interessa è attirare lettori, e il miglior modo per farlo è usare un tono amichevole, che rifletta personalità, cultura e atmosfera della tua azienda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *